Indietro


Claudio Fanelli (Claudietto)

Nato nel 1944, sono entrato nel Gruppo nel 1951, in maniera del tutto eccezionale poichè troppo giovane per l'ingresso nel Branco. Mi trovai così nel campo estivo del CdA di Serola come "osservatore aggregato" visto che ne faceva parte Franco, mio fratello più grande, e che i miei genitori avevano qualche difficoltà.
Ricordo gli Akela Serafino Turchetti, Enrico Berti e Giulio Maoli
Nel 1958 sono passato al Reparto, nel quale era stato Capo reparto Trocchi e allora lo era Giampaolo Fortunato, nella squadriglia dei Gheppi poi sono finito nelle Pantere e nel 1960, non esistendo il Clan, sono entrato nel Branco come Vecchio Lupo con il nome "Misa". Era Akela mio fratello Franco e, dopo la scissione in due Branchi visto che eravamo proprio tanti, fu nominato Akela anche Elio Marotta, altri vecchi lupi: Maurizio Navarra, Maurizio Santinelli, Gaetano Marchetti, Luigi Prampolini e...
Terminati gli studi da Geometra mi sono iscritto alla facoltà di Economia e Commercio e sono partito come uficiale del "Genio Pionieri". Congedato ho lavorato per 5 anni nel Ministero della Difesa Aeronautica per poi passare,dopo la laurea, alla Esso Italiana dove ho lavorato fino al 2001. Allonatanatomi dal gruppo poichè vivevo a Monte Verde ho però dato il mio supposrto, anche se per poco tempo, al Gruppo Roma 25.
Dopo la pensione mi sono dedicato al volontariato a tempo pieno e mi sono occupato del Coordinamento del Volontariato del mio Municipio e, a vario titolo, di molte Associazione di volontariato. Membro della Consulta dell'Handicap e Consigliere del Centro Anziani di Villa Pamphilji, non ho mai smesso di comportarmi secondo quei "principi scout" che mi hanno guidato per tutta la vita.
Sposato dal 1971 ho una figlia di nome Ombretta e un meraviglioso nipote di nome Francesco.
In marzo 2014 ho avuto il grande piacere di riaprire i rapporti con il MoAS grazie ad una e-mail di Giovanni degli Esposti, ex fratello di Squadriglia nel periodo del Reparto.